sabato 12 gennaio 2013

Luna Pig

Chi ha bimbi piccoli sicuramente conoscerà Peppa Pig...
ma Luna Pig? La conoscevate?
Ehehehe! é così che convinco la mamma a mettermi il video di Peppa Pig!!!
(non é una delle performances più riuscite, ma a richiesta davanti alla telecamera non é la stessa cosa!)

video

domenica 6 gennaio 2013

Buon 2013!


Natale

Che belle le vacanze di Natale!!!!
Siamo stati in Francia a casa di mami (nonna in francese). C'erano tutti, zii e cugini. é stato proprio bello, con tanti regali, tanta confusione e tanta allegria.
Abbiamo giocato tanto con i nostri cugini e abbiamo ricevuto tanti bei regali.

Anche babbo natale ci ha portato dei bei giochi...educativi, come piacciono alla mamma ;-)
Il laboratorio di perle e ritmi della Nathan.
Infilare le perle aiuta lo sviluppo della motricità fine e in più ci sono delle schede con delle sequenze di perle da riprodurre, così si può lavorare anche sui concetti del riconoscimento dei colori e delle forme.
Il seguire una sequenza inoltre é propedeutico all'apprendimento della matematica.
Ok, per il momento io e Aramis ci limitiamo ad infilare le perle seguendo un nostro ordine mentale (un po' a caso diciamo), ma mamma e papà stanno cercando di farci capire come seguire le istruzioni e prima o poi mi toccherà assecondarli...

 Altro gioco di Babbo Natale é il laboratorio per imparare a contare (sempre Nathan).
Si mette una scheda nell'apposito supporto e poi si deve mettere il giusto numero di figurine degli animali nelle vaschette. Anche qui sto ancora cercando di capire come funziona. Per ora scelgo l'animale giusto, ma non mi é ben chiaro il concetto di numero, quindi ne metto sempre troppi!
é un bel gioco versatile, perché nello stesso supporto si possono poi fabbricare schede diverse per separare i colori, le lettere o tutto quello che si vuole!
 E per la motricità generale e l'equilibrio...la bici senza pedali!
In Germania la usano ormai da tanti anni, mentre in Italia é una novità. La bici senza pedali é utile per insegnare al bambino a mantenere l'equilibrio. Al'inizio si avanza piano piano, camminando (come faccio nel video), poi, man mano che si acquista padronanza, naturalmente si sollevano i piedi dopo essersi dati la spinta. Così si può passare direttamente da questa bici alla bici da grandi con i pedali ma senza rotelline!
Visto che per noi superdotati l'equilibrio é un po' un problema, spesso so che si impara tardi ad andare in bici, o non si impara per niente, perché arrivati ad una certa età ci si vergogna ad andare in giro con le rotelle e si arriva ad un rifiuto della bici. Con questa bici la mamma spera di aiutarmi ad imparare ad andare in bici e soprattutto a non aver paura di provarci!
video