venerdì 23 novembre 2012

Voglio la luna!

Non potevo non parlarne...
Fabio ha 36 anni, la sindrome di down e fa l'attore.
E mi ha dedicato uno spettacolo!!!
...cosa dite? non parla di me???

Foto di Daniele (grazie, bellissima!)

Ah, giusto, la luna, quella su nel cielo, quella che mi piace tanto e ogni volta che la vedo saltello e dico felice "la luna, la luna!!!".
In ogni modo guardate il riassuntino dello spettacolo, tanto per darvi un'idea.
Bravo, vero?
E qui un articolo su di lui.






Anche a me piacerebbe fare l'attrice...o magari la ballerina...oppure la motociclista?




giovedì 22 novembre 2012

Il metodo Padovan

Oggi vi voglio parlare del metodo Padovan, un metodo di riorganizzazione neuro-funzionale...
neuro-ché? direte voi...
Ne avevo già parlato tempo fa (qui), perché faccio sedute padovan da quando avevo 14 mesi.
Oggi sono ormai un'esperta e, visto il mio caratterino indipendente (voglio fare TUTTO da sola, anche cose abbastanza impossibili, come far scendere mio fratello dal seggiolino della macchina...), a questo punto molti degli esercizi li voglio fare da sola.
Normalmente é la terapista che fa fare i movimenti, infatti questo metodo può essere applicato anche a persone paraplegiche. Comunque, anche quando c'é uno spirito indipendente come me, la terapista deve cercare di indirizzare i movimenti in modo che siano eseguiti bene.
Vi propongo un video con un riassunto di una seduta. Ci sono solo alcuni degli esercizi, ma rimane il senso generale della seduta, cioé quello di riprodurre tutte le tappe dello sviluppo di un bambino, dal neonato al bambino che cammina. Infine ci sono una serie di esercizi di motricità fine e oro-facciale, ciascuno dei quali ha lo scopo di stimolare lo sviluppo di un preciso settore del cervello.
Buona visione!

video


mercoledì 14 novembre 2012

Nuove ricerche

Ancora un'articolo scientifico...ultimamente sembra che tante cose si muovano anche nel mondo scientifico che per fortuna non si muove solo per trovare il metodo più efficace per riconoscere il prima possibile i feti superdotati (cromosomicamente), ma anche per trovare soluzioni non tanto per "curare" la sindrome di down, visto che non é una malattia, ma per cancellarne gli effetti negativi.
Vi risparmio i dettagli tecnici (che abbiamo capito poco anche noi...), la sintesi é che dei ricercatori della University of Washington sono riusciti a rimuovere il cromosoma in più da una cultura cellulare, proveniente da una persona con T21 (trisomia 21, per gli amici...Sindrome di Down)! Cavoli, dico io!
Certo, non vuol dire che presto potranno togliere il cromosoma in più da tutte le persone down e queste come per magia diventano "normali"!
Però lascia aperta la strada per nuove cure, per esempio nel caso delle leucemie infantili, che sono più frequenti nei bambini con sindrome di down. Si potranno un giorno fare trasfusioni con il proprio sangue o trapianti con le proprie cellule staminali, "ripulite" del cromosoma in più e della malattia.
Inoltre, poter confrontare la risposta delle stesse cellule (stesso DNA) con e senza il cromosoma di troppo, potrà aiutare i ricercatori a capire meglio i meccanismi di azione del cromosoma in questione e capire come fare a bloccarlo...

Beh, per fortuna che in queste belle università americane non studiano solo perché è matematico che se camminiamo con in mano una tazza di caffè, ce la verseremo prima sulla mano e poi sui pantaloni...non l'ho inventata...andate a vedere qui!!!

sabato 3 novembre 2012

Autunno? Noi siamo pronti!

Dopo qualche prova eccomi che cammino sicura anche con i miei nuovi stivaletti di gomma.
All'inizio facevo fatica a stare in piedi, certo che la mamma li ha comprati un po' grandini, in previsione di riempirli con dei bei calzettoni caldi...
Comunque noi li abbiamo provati, funzionano...aspettiamo solo l'autunno, che qui sembra ancora lontano.